26. Pesenti, Teresa a Mazzoldi, Teresa

Ingurtosu (CA), 29 aprile 1912

Ingurtosu 29 - 4 - 912
Carissima Sig. Mamma,
[1] Avendo osservato che | per scriver Loro una lunga lettera | non troviamo mai il tempo neces-|sario mi limiterò a scriver poche | righe tanto per non tenerli in angustie | [2] Già da parechi giorni abbiamo rice-|vuto il pacco in buonissime condi-|zioni. I bellissimi scampoli, ed i gusto-|si biscotti furono davvero una | bella sorpresa. La gonnella fù dav-|vero a mio genio così pure il gran-|dissimo scampolo che piacque assai | anche alle bambine specie a Mimi | che non finiva di accarezzarlo esclaman-|do bel bel di Mimmi! [3] La poverina | già da 23 giorni soffre la tosse con-|vulsiva, anzi il dottore questi giorni | la dichiarò pertosse sebbene non | faccia il caratteristico urlo della pertosse. ||
Il fatto è che soffre molto, il | catarro che inghiotte le produce | dei disturbi intestinali incredibili | Mangia pochissimo e cosi s'indeboli-|sce talmente che sono costretta a tener-|la sempre in grembo. [4] Anche | Cenzo fù un po' indisposto ora | però sta bene. E loro come stanno? | Vogliamo augurarci che stiano tutti bene. | Di Peppino non abbiamo più | nuove. [5] Già da parecchi giorni e | arrivato Lord Brassey. Siamo proprio | curiosi di vedere l'effetto della sua | venuta anche questa volta. Giacché, | quest'anno i suoi bravi Inglesi | l'anno caricato di altri titoli | non sarebbe bene che rialzasse un | po' anche i suoi impiegati?
[6] Quell'impiegato Bergamasco se ne | va di già, e cosi Cenzo rimane ancora solo || Cenzo scrisse a Franceschino chiedendogli | se si adatterebbe provvisoriamente ad | occupare un posto qualunque sino a | che si farebbe un posto per l'arte | sua. Se egli accettasse, Cenzo farà | di tutto per ottenerlo, specie se potesse | ottenergli un posto come scrivano. | Che ne pensano Loro?
[7] Non so se a Loro avrà scritto della crisi | operaia di Milano, al punto di chiamarsi | fortunato per aver ottenuto un posto | provvisorio. La ringrazio ancora di quanto | ha fatto. [8] Ippolitina grazie all'aiuto | dei quaderni già tracciati che le regalò | il nonno sta imparando anche a | scrivere; mi sarebbe quasi caro se avessi | anche dei quaderni colle lettere dell'alfabeto. | Sono tutti meravigliati nel sentirla | come legge benino. Finisco pregandoli | di darci presto Loro nuove. Aggradiscano | tutti i nostri saluti affettuosi ed i | baci per tutti alle bambine.
Sua Aff.ma Teresina

La | prego | di | compa-|tire la | mia | scara-|bocchiata | essendo | disturba-|ta da pianti | e lai | e dalla | premura | Ippolitina | vuol | esser a | Loro | ricordata.


Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 18.
Lettera di fogli di color bianco a righe. Nell'angolo sinistro del recto della prima pagina, vi è la seguente intestazione: «VINCENZO ZUBANI PERITO CHIMICO INGURTOSU-SARDEGNA». Inchiostro nero. Dimensioni 21x13.5 cm.