87. Zubani, Vincenzo a Mazzoldi, Teresa

Ingurtosu (CA), 18 aprile 1915

Ingurtosu, 18 / 4 / 1915
Carissima mamma,
[1] In possesso delle tue gradite, e dei sonetti ri-|cevuti ieri sera, mi affretto a risponderti invece di Teresina | la quale in questi giorni è occupatissima. [2] A quest'ora avrai già | ricevuto lo scapolare che Tina dimenticò di unire alla sua lette|ra: il nostro pensiero è sempre rivolto al povero Peppino per | il quale tutti noi preghiamo ardentemente. Non è assolutamente il | caso di scoraggiarsi, ed io sono sempre convinto che è tutta | questione di tempo alla fine del quale Peppino ci sarà ridato | sano e salvo. Vuoi che non portino buoni frutti le benedizioni | impartite dal caro don Pino? [3] Quest'ultimo mi scrisse una lun|ghissima lettera piena d'affetto e di speranze… Avrei deside|rato avere qualche notizia sulla festa d'Irma che immagino sia | stata degna dell'avvenimento: non so se a Don Pino sia pervenu|to il mio telegramma e sarei contento di saper qualche cosa in | proposito. [4] Debbo scrivere al Cicino per complimentarlo dello | splendido sonetto che credo da lui vergato e per ringraziarlo | del gentile pensiero di comprendere negli offerenti anche noi | poveri esuli! Posso ben immaginare quale fatica dovrà soste|nere il povero papà, e credo non vi sia bisogno di raccoman|darti di circondarlo delle massime cure. [5] Il nostro Presidente | nonostante la guerra ha voluto farci una visitina e l'abbiamo | difatti fra noi da circa una settimana. La sua venuta sarà ap|portatrice di bene o di male? Lo sapremo fra qualche giorno! | Se tu potessi immaginare con quale ansia quaggiù si attendono || notizie sull'ormai certo intervento dell'Italia nell'immane con|flitto! Come mi auguro di essere sui miei monti vicino a voi!
[6] E la buona Elvira cosa fa? Son più che sicuro che si sarà già | rassegnata dal tiro giuocatole da quel fanfarone! Non è certo ora | il momento di pensarci, ma quando sarà finito questo periodo di | crisi dovete decidervi a lasciarla venire in Sardegna per qual|che mesetto. Prima d'allora sarà ultimata anche la chiesa, e quin|di potrete tranquillizzarvi dal lato religioso poiché potrà segui|re le sue pratiche come a Marmentino.
[7] Ieri sera ricevetti una cartolina del caro Peppino indirizzata a | Tinuccia la quale puoi ben immaginare se ne rimase felice!
[8] E appunto constatando l'equilibratezza nello scrivere del povero | malato, che esprimo la sicurezza nella sua guarigione.
[9] Tengo conto, cara mamma, della tua promessa di tenerci infor|mati continuamente delle condizioni di Peppino. Non tarderò nep|pur io a riscrivervi a lungo.
Abbiti per ora i baci ed i saluti da tutti noi estendibili a papà | ed all'Elvira nonché a Don Pino ed alle Zie d'Irma, nel mentre | vorrai aggradire un caldo abbraccio dal tuo
Sempre aff.mo figlio
Cenzo

Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva dattiloscritta. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 72.
Lettera di fogli bianchi a quadretti, dattiloscritta, eccetto la firma in calce. In filigrana vi è la scritta: «OLD SEVES MILL». Inchiostro viola. Dimensioni 26.8x20.6 cm.