61. Zubani, Vincenzo a Mazzoldi, Teresa / Zubani, Santo

Ingurtosu (CA), 5 giugno 1910

Ingurtosu, li 5 / 6 10
Babbo e mamma carissimi,
[1] Non ho potuto rispondere prima | alla lettera di papà, causa la mancanza di | tempo, e l'aver voluto attendere il denaro | che v'invio colla presente assicurata (£ 40)
[2] Ricevetti il giornale la «Sentinella» col necrologio | del povero Sig Arciprete. Ecco un altro uomo che amavo e stimavo sparire dalla | scena del mondo mentre io sono quaggiù….
È meglio che passo sopra quest'argomento | poiché sento che m'invade il solito furore.
[3] Dalla lettera dell'On. Corniani apprendo | la buona novella e sebbene ormai sia | temprato alle disillusioni spero vivamente | nella sua opera. Naturalmente sta | anche in voi il tenerglielo presente.
[4] E di Peppino quali nuove avete? Voglio | sperare che il triste accidente occorsogli | non gli porterà alcune conseguenze specie | in questo periodo così vicino agli esami.
Questa mattina scrivo anche a lui | rispondendo ad una sua affettuosissima | lettera in data del 10 n. s. mese. In essa | rilevo come il suo bollente spirito si sia | un pochino calmato poiché mi dice che | per ora non può lagnarsi sia della | salute che del collegio. Buon segno. | Cercherò anche da parte mia di consigliarlo | come voi, e con ragione, desiderate. [5] Sono || rimasto meravigliato non poco nell'apprendere | quanto riguarda la Sig.ra Ippolita, mai | più immaginando che potesse esservi | venuta in aiuto anche materialmente, | Teresina ha scritto alla stessa, pochi | giorni fa e non manchiamo mai di | inviarle ogni tanto qualche cartolina | alle quali sempre affettuosamente | ci risponde.
[6] Dello zio Romano quali nuove avete? | Quanto mi fate sapere a suo riguardo | mi addolora grandemente. Sono invece | contento di sentire come vi troviate in | ottimi rapporti col Sig Dottore e Signora, | e vi prego caldamente di mantenerli, | poiché, volere o no, dal medico purtroppo | bisogna dipendere, ed io sapendovi | in buona relazione mi sento più | tranquillo. Vorrei far io ciò che lo | zio Romano mi dite non aver ancora fatto, | inviando un pacco postale ma di questa | stagione non saprei proprio cosa trovare.
[7] In ogni modo, se voialtri mi potrete | consigliare in proposito sarò ben contento.
[8] Come già vi ho detto, fra tre mesi o poco | più…. Ippolitina si troverà in compagnia | ed io sarò nuovamente imbarazzato | nella scelta del Padrino o Madrina | che sarà; ricorro nuovamente a voi, | ben sapendo d'arrecarvi una noia poco | gradita. Dai miei colleghi di quaggiù || per molte ragioni non voglio dipendere | poiché mi creerei dei legami incompati|bili col mio sistema di vita tenuto | fino ad oggi: amico di tutti e di nessuno. | Anche con quella tal famiglia Brunetti | che vi ricorderete avendovene spesso parlato, | non ci troviamo più per nulla in | stretti rapporti, quindi… Dai miei | superiori men che meno posso arrischiarmi, | poiché una cosa simile darebbe l'idea | di una leccatura, cosa che abborro | più d'ogni altra. Potrete voi aiutarmi? | Scrivetemene in proposito.
[9] Riguardo alla Cassa pensioni di Torino, | sono anch'io dell'avviso di continuare, | ed anzi questo mese mi metto in regola | colle quote arretrate. Finisco pregandovi, | come sempre, di scrivermi, scrivermi | a lungo e a volta di corriere. Io vorrei | avere vostre nuove almeno ogni 8 giorni!
Ippolitina vi invia tanti suoi | bacioni. Salutate le zie di Irma e | il Pino (Don) Sig Don Carlo, Dottore | e Signora con baci a Ninetto (anche | da parte d'Ippolitina che lo ricorda | sempre) e voi abbiatevi unitamente | a quelli di Teresina i più affettuosi abbracci | e baci dal vostro
Aff.mo
Cenzo

Preg.mo Signore | Sig Santo Zubani | Segg. Com. | Marmentino | (prov. di Brescia) Valle Trompia Assicurata p. £ 70 | (settanta)


Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Pralboino (BS), Archivio privato di don Carlo Consolati.
Lettera di fogli bianchi. Busta assicurata di color grigio, chiusa da ceralacca rossa col digramma «ZV». TPP Ingurtosu 6 / 6 / 1910, TPA Tavernole 9 / 6 / 1910. Inchiostro nero. Dimensioni busta 15.5x12.2 cm, lettera 27x16.7 cm.

Questo il testo del necrologio dell'arciprete don Antonio Cosi, di cui si accenna al comma n. 2: «Dopo lunghe, crudeli sofferenze sopportate con cristiana, angelica rassegnazione, confortato dai carismi di nostra religione, stamane alle ore 5 rendeva la sua bell'anima a Dio nell'età di soli 49 anni il Rev. Don Antonio Cosi Arciprete V. F. di Marmentino. Con l'animo costernato ne danno il triste annuncio la Famiglia, il Clero, la Fabbriceria. I funerali avranno luogo martedì mattina, 24 corr., alle ore 8,30. Non si mandano speciali partecipazioni. Una prece per l'anima del defunto. Marmentino, 22 maggio 1910» (in «La Sentinella Bresciana», 23 maggio 1910, p. 3. Cfr. anche APM, Registro Canonico dei Morti della Parr.a de' SS. Cosma e Dam[iano] in Marmentino dal 1855, ad annum 1910: don Antonio Cosi «nato in Bagolino li 8 Agosto 1861, da Cosi Angelo e Maria Alberti d'anni 40, morto il 22 maggio dopo una lunga dolorosa malattia, munito di tutti i conforti della S. Religione ricevuti colla più grande edificazione fu sepolto il 24».