56. Pesenti, Teresa a Mazzoldi, Teresa

Ingurtosu (CA), 4 aprile 1910

Ingurtosu 4 - 4 - 910
Carissima Sig.ra Mamma,
[1] Rispondo alla Sua carissima lettera la | quale mi confortò assai vedendo che mi ricorda con affetto. | [2] La ringrazio infinitamente degli auguri che m'invia, e | voglia Iddio che vengano esauditi in tutto. Cenzo ebbe vera|mente molta fretta di partecipare Loro la lieta novella | poiché è ancora una cosa lunga. Quest'inverno è proprio | stata una stagione piena d'emozioni per noi. Io poi non | ebbi coraggio neppure di rivolger Loro qualche parola di con|forto poiché ero troppo abbattuta…
[3] L'unico nostro conforto è quello di sperare che i nostri | cari siano in Cielo benedicendo le nostre lagrime.
[4] Iddio solo sa quanto abbia sofferto poiché le persone di questo | mondo non vedono l'inferno del cuor mio. Ippolitina | è un tesoretto, che nella sua ingenuità terge le lagrime | più d'un grande, vorrei essere vicina a Loro perché potessero | partecipare di tale sollievo. Riguardo a quel difetto | che Le parlò Cenzo sembra s'accomodi un pochino.
[5] Le abbiamo spediti due pacchi contenente pomodori secchi, | che abbiamo acquistati per Loro. Questi sono confezionati | diversamente da' miei ed anche meno salati. Le ho man|dato anche un pochino di conserva cruda d'assaggiare, | questa pure è molto salata (ciò per sua norma) Io sin'ora | quest'anno ho consumato di questa, e la trovo molto co|moda per usare in fretta. Nel caso Le piacesse favorisca | farmelo sapere cosi: invece di farla tutta secca potrò variar|la anche per Lei. I pomidori secchi perché condiscano | meglio il brodo è meglio pestarli. Colla presente invia|mo £ 40 dico lire quaranta. ||
[6] Siamo sempre in attesa della risposta alla letterona di | Cenzo. [7] Come hanno passate le SS.me Feste Pasquali? | Peppino l'hanno trovato sano? Unisco due righe | anche per la loro cara Elviretta che questa volta sembra un po' | punta della parola che Cenzo si permise di dirle, sapendo | che entrambi si possono dar la mano dal lato dello scrivere: | sebbene Cenzo quando piglia la penna, da Loro da diver|tirsi per un mese. Aggradiscano un mondo di carezze | e baci dalla cara Tinuccia, la quale ringrazia il nonno della | bella cartolina. (e guai a chi gliela tocca) Anche a nome di | Cenzo porgo a tutti i più affettuosi saluti e Lei aggredisca | un'affettuoso abbraccio dai Loro Aff.mi Teresina e Cenzo.

Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 72.
Lettera di fogli bianchi. Inchiostro nero. Dimensioni 27x21.5 cm.