46. Zubani, Vincenzo a Mazzoldi, Teresa / Zubani, Santo

Ingurtosu (CA), 13 ottobre 1907

Ingurtosu, 13 / 10 07
Genitori carissimi,
[1] Scuserete se rispondo in ritardo alla lettera | di Peppino, ma volevo prima attendere l'invio del burro spedito per | la Cantina. Infatti il pacco postale, con inesplicabile ritardo giunse | solamente stamattina. [2] Nella lettera di Peppino mi diceva come detto | pacco fosse stato spedito il giorno 5 corr.te mese. Ora in via normale | un pacco, dal Continente, per venire in Sardegna impiega 4 giorni, | 5 al massimo; in questa occasione ne ha impiegati 8: come si | spiega questo fatto? Io son convinto che il ristagno avvenga a | Tavernole, per cui sarebbe buona cosa che vi informaste e che | pregaste il Burrificio di fare i debiti passi. [3] Il Sig Tibi rimase | contento sia della qualità che del prezzo del burro ed è | disposto a continuare gli acquisti purché le spedizioni si | effettuino regolarmente una volta alla settimana. Riguardo | al pagamento lo stesso Sig Tibi consiglia il Burrificio, per | ragioni di economia, a voler fare ogni mese, ossia ogni 4 | spedizioni un pacco assegnato gravato dell'importo di tutte | le spedizioni precedenti. [4] Non c'è certo da tener riguardo | alla … sensibilità del cliente! Basti dire che (purtroppo) la | Cantina Gennamari-Ingurtosu realizza degli utili enormi che | si aggirano sulle 70, 80 mila lire! [5] Del resto, qualora il | Burrificio non intendesse seguire il sistema di cui sopra, la | Cantina è disposta anche a pagare l'assegno d'ogni pacco. | [6] Inoltre lo stesso Sig Tibi fa osservare che ormai non fa più | bisogno di spedire il burro in latte essendo già la stagione | abbastanza fredda; si può quindi effettuare le spedizioni di | burro in pani ben imballati in cassette leggere ma solide, che || il Burrificio dovrà far confezionare apposta, fatturando il | prezzo delle cassette stesse, oppure rivalendosi con un | adeguato aumento del prezzo unitario del Burro. [7] Sarei | contento se riguardo a tutte queste cose, mi deste risposte | positive in base a quello che deciderà il Burrificio.
[8] La scorsa settimana vi spedimmo un pacco postale di 5 Kg | contente conserva di pomodori, e dei pomodori secchi pure di | confezione di Teresina. Non so se ne abbiate mai visti, per | cui debbo dirvi l'uso e la bontà degli stessi. Sono pomodori | stati seccati al cocente sole di questa ingrata terra anzi più | precisamente son stati seccati sui tetti… del laboratorio Chimico | Sono enormemente salati (qui il sale costa poco) e si usano nel | brodo e nella minestra alla quale impartiscono un gusto | molto delicato e evitano l'aggiunta… di sale. Provateli | se vi piacciono ve ne spediremo degli altri. [9] Colla presente (R.ta) | spedisco venti lire. [10] Come già vi scrisse Teresina ci siamo rivolti | al Sig Prof Turinelli acciocchè si interessasse per trovarmi un | posto in continente per ragioni che conoscete anche troppo.
[11] Lo stesso mi rispose con una lettera gentilissima, quasi paterna | promettendo di fare tutto il possibile in mio favore: mi | diceva poi di spedirgli un memoriale sui miei studi e sulla | mia carriera, cosa che io feci in modo semplice ma dettagliato | fin dal 17 settembre. Da allora non ebbi altro suo cenno, | ma questo silenzio anziché impressionarmi mi da a | sperare in bene conoscendo la ponderatezza del Sig. Daniele; | d'altronde io non feci alcuna fretta… dichiarandomi | disposto ad attendere anche parecchi mesi, essendo consa|pevole delle difficoltà enormi che si incontrano oggidi nella | ricerca di un posticino. [12] Io spero, spero sempre e anelo il | momento di poter rivedere i miei monti, di poter respirare | l'aria pura dei miei paghi, di poter godere momenti felici | in seno alla mia famiglia! [13] Non posso dilungarmi in | questa mia, giacchè il lavoro che ritiene legato persino | di notte mi attende anche oggi. Dopo domani sarà qui | Lord Brassey. L'Ing Lambert, Direttore Generale, è arrivato | stamattina e bisogna stare in gamba molto in gamba. ||
[14] La miniera passa dei momenti difficili | stante il ribasso subito dai minerali di | zinco e il continuo crescere delle spese d'estrazione. | I filoni si presentano piuttosto sterili, la | mano d'opera costa, causa l'emigrazione in | Corsica, in Algeria e in America. [15] Lord Brassey non | potrà quest'anno realizzare 600 mila lire di utile netto, come | l'anno passato; ragione per cui vedremo dei musi molto | lunghi…, e purtroppo non si potranno sperare aumenti di | stipendio. [16] Volevo scrivere a Peppino, ma ho differito la mia | epistola al termine di questa baraonda. Elvira pare che | non sappia più tenere la penna in mano, neppure per | ringraziare Teresina dei modesti regalucci che ebbe a mandarle | molto tempo fa; perché?! Speriamo che dal Collegio si ricordi | più spesso di noi. [17] Risi parecchio sull'incidente che ridusse | papà di razionalità americana, un perfetto yankee… Forse in | uno di quegli inglesi che vedrò fra poco, potrò imma|ginarmelo! [18] Ippolitina sta bene e ingrassa continuamente; così | pure Teresina. Siamo ancora fortunati finora, chè la febbre | ci ha schivati. Sono in attesa del pacco che dite averci | mi dovete inviare e del quale ringrazio antic.te la mamma.
Attendo anche e prestissimo una vostra lunghissima | lettera. Pertanto vi prego a voler salutare le zie d'Irma, il | Dottore e famiglia, i parroci, zii ecc; baciate tanto Nonno, | Elvira, Peppino e Cicino, e voi abbiatevi anche a nome di | Teresina e d'Ippolitina tanti ed affettuosi abbracci e baci
Dal figlio vostro aff
Cenzo

P.S. Mi ero dimenticato di dirvi che oramai non possiamo più confe|zionare altra conserva per il Sig Dottore. Se voi altri credete di volergli cedere | un po' di quella che vi abbiamo inviata… Oppure se vuole che si acquisti | della conserva salata e cruda, scrivetemi in proposito.


Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 72.
Lettera di fogli biachi a quadretti. In filigrana vi è la scritta: «TRADE MARK SUPER FINE Expressly made for Pietro Valdes Cagliari». A sinistra, sul recto di ogni pagina, vi è il logo: «MINIERE DI GENNAMARI E INGURTOSU DIREZIONE IN SARDEGNA». Inchiostro nero, eccetto le sottolineature in matita nera, tranne quelle di «latte», «ben imballati in cassette leggere ma solide» e «seccati al cocente sole di questa ingrata terra». Dimensioni 27.7x21.4 cm.

Il «Turinelli» - citato al comma n. 10 - è Daniele Turinelli, professore presso la Regia Scuola Tecnica «Elia Bombardini» in Porta Romana a Milano; sono conservate cinque sue lettere, datate tra il 1890 ed il 1915, presso l'Archivio parrocchiale di Marmentino (BS). Il 4 giugno 1890, da Milano, scrive al padre di Vincenzo, Santo, rassicurandolo sulla propria salute e precisando che ha «un aiuto efficace in Romano [fratello di Santo], che è un buono e bravo giovane pel quale avrò occupazione fino al termine dell'anno scolastico, cioè alla fine di luglio. In questo frattempo io non dispero di potergli trovare un posto più stabile e meglio retribuito di quello che posso offrirgli io qui nella Scuola come scrivano della Direzione. Come pizzicagnolo è una faccenda seria il collocarlo qui in Milano, perché ci sono consuetudini affatto locali, per cui difficilmente potrebbe riuscir bene specie nei primordi. Mi pare invece che sarebbe più adatto come giovane di studio, e in questo senso ho fatto pratiche, e ne faccio presso amici e conoscenti, certo che se riesco a collocarlo faccio buona figura, perché è abbastanza capace e intelligente e d'indole buona; rispettoso - obbediente e costumato, come difficilmente sono i giovani d'oggidì, credo che non gli potrà mancare un pane onorato», conclude il professor Turinelli.