36. Zubani, Vincenzo a Mazzoldi, Teresa / Zubani, Santo

Ingurtosu (CA), 2 agosto 1906

2 - 8 - 1906
Carissimi babbo e mamma,
[1] Dopo aver nuovamente atteso altri lunghi | giorni vostre nuove un pochino consolanti vi scrivo te|mendo persino uno smarrimento. Possibile non sapere | ancora nulla, nulla? Sono ormai trascorsi 2 bei mesi e | se non la cosa sicura sicura, almeno qualche indizio | di buona o cattiva riuscita si dovrebbe avere.
[2] Anche L Sig. Baccarani poteva con te babbo, per | quanta fretta avesse avuta il giorno in cui | tu fosti a Gardone: dire una sola parola che | desse adito a qualche speranza o a una completa | delusione. [3] D'altronde io, e forse voi, siamo completa|mente all'oscuro, sul genere di posto in questione, e | per me questo rappresenta una cosa molto, ma | molto importante giacchè, sapendo a quale studio dedicarmi potrei lavorare e prepararmi che sarebbe | tanto di guadagnato. [4] Non solo, ma questa lungaggine | oltre a tenermi in una agitazione continua, cosa | che non mi può certo far bene, stante le condizioni | di salute in cui mi trovo, v'è anche questa: che ora | sarebbe il momento di domandare certe comodità alla | Amm.ne locale per il nostro alloggio malsanissimo, | che nel mese venturo forse tenterei una domanda di | aumento di stipendio. Ma fin che si rimane in | questa incertezza come faccio? ||
[5] Qui fa un caldo del diavolo: voi non ne potete avere un'idea.
Con tutto ciò io nei giorni passati ebbi mal di gola e ancora | tutt'oggi sono raffreddato. Ciò dipende dal fatto che dopo aver | sudato innanzi ai forni mi espongo a una corrente che | tira nel laboratorio portata dall'aria di mare. [6] E a Marmentino? | Dev'esser un paradiso! Ah! come desidero vedere i miei monti! | Ora poi che mi avete fatta balenare una speranza e | che me la vedo a poco poco svanire se sapeste come soffro! | [7] Teresina sta preparando conserva, non appena ne | avrà confezionata un pochino ve la spediremo.
[8] Io sono in attesa di una vostra lettera purchè mi tolga | questa maledetta agitazione. [9] Mi congratulo vivamente | con Peppino per l'esito felice dei suoi esami.
Gli scriverei se potessi, ma credetemi che alla sera | quando torno dal lavoro non mi sento proprio | voglia di prendere la penna in mano. [10] Elvira? | È andata a Brescia dalla Sig. Evelina? Scrivetemi, | scrivetemi presto, presto. Date tanti baci a Cicinone, | e dite che se torno a Marmentino gli porto un bel | corno di cervo con 4 o 5 rami. Salutate tanto il caro | nonno, le zie d'Irma, Dottore e Sig. Parroci ecc | e voi abbiate anche a nome di Teresina tanti | baci e un sincero abbraccio dal vostro
Aff.mo
Cenzo

P.S. Avete date le cartoline al Dottore? Sono piaciute?


Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 72.
Lettera di fogli bianchi. In filigrana vi è la scritta: «TRADE MARK / SUPER FINE / Expressly made for / Pietro Valdes / Cagliari». A sinistra, sul recto della facciata, vi è il logo: «MINIERE DI GENNAMARI E INGURTOSU (SARDEGNA)». Sulla prima facciata il padre annota: «R° il 9/8 906», mentre un'altra mano: «19/7 906 Lettera del Sig. Bo(se?)ll(i?)». Inchiostro nero. Dimensioni 27x20.5 cm.