32. Zubani, Vincenzo a Mazzoldi, Teresa / Zubani, Santo

Ingurtosu (CA), 1 marzo 1906

Ingurtosu, 1 marzo 06
(Dal Laboratorio)
Genitori Carissimi,
[1] Ricevemmo il graditissimo pacco postale | proprio l'ultimo giorno di carnevale e vi assicuro che facemmo | festa alla squisita torta di Cucina Zubani, in compagnia del Dottore e Signora, dei Sig.ri Brunetti. [2] Il burro | poi ci servì per farne un regalo al Direttore stesso | verso il quale abbiamo tante obbligazioni. [3] Riceverete | presto un pacco pel quale dovrete pagare la dogana | contenente lo stesso 2 bottiglie di acquavite speciale | del Sig Murgia, quello a cui devo il posto in miniera. | [4] Colla presente vi invio pure £ 10 che certo vi saranno grate!… | Vi spedirò poi fra 2 o 3 giorni il vostro cesto con aranci | e mandorle e formaggio sardo. Fichi non ne potei trovare | più. V'avevo detto che contavo spedire delle beccacce al | Sig Daniele ma disgraziatamente quello che me le dovea | fornire non poté procurarsene ed ora fino alla […] | nuova apertura di caccia sarà impossibile averne.
[5] Appresi da mamma nuove di Peppino. Ha dunque | scelto il corso classico. Benissimo. Ciò non toglie che | non possa dopo il Liceo andarsene al Politecnico e | farsi ingegnere come sarebbe mio ideale. [6] Qui per me le | cose sembrano andare bene. Anzi ora il Direttore | mi presta tutta la fiducia possibile mettendomi | a suo collaboratore in un progetto di metallurgia | dello zinco elettrolitico di sua invenzione e sul quale | si fondano grandi speranze giacchè si tratterebbe di | emanciparsi dalle fonderie estere alle quali si è costretti | di vendere il minerale, ed anche dal carbone elemento | che ci impedisce per la sua carezza di trasporto | il trattamento dei suddetti minerali zinciferi. [7] Io ora | sto appunto disegnando l'insieme dell'impianto per poterlo | far brevettare e quindi procedere all'esperienze.
[8] Se andasse bene sarebbe una fortuna anche per | me poiché la direzione di questa partita mi || sarebbe affidata. Di questo ne parleremo a fatto | compiuto poiché per ora…
[9] Teresina vi parlò del regalo per la Signora Direttrice | cosa che è davvero una necessità, un sacrificio | nello stesso tempo. Giacchè mamma tanto volentieri | si presta noi che conosciamo il suo buon gusto | Le lasciamo libera la scelta. E naturale però che | l'oggetto sia di genere ornamentale, o meglio, che non | sia un servizio poiché la famiglia a cui si | offre ne è di questi abbastanza provvista.
[10] Insomma un oggetto di lusso. Io spero che con 30 lire | non si debba fare cattiva figura. In | ogni modo avrei caro che mi scriveste qualche | cosa in proposito dicendomi l'idea della mamma | Noi a suo tempo vi spediremo il denaro.
[11] Ormai sono trascorsi 9 mesi quà in miniera | e immaginerete certo quale possa essere il | nostro più caro desiderio. Ma purtroppo | credo che anche l'occasione dell'Esposizione di | Milano ci sfugga per mancanza di mezzi e sebbene | le riduzioni siano fortissime. D'altronde mi | rassegno sperando di poter un giorno venire | presso di voi per non più tornare in Sardegna. | Anzi per questo vi prego di interessarvi se per | caso balenassero delle probabilità. [12] Le zie di | Irma stanno bene? Salutatemele tanto, uni|tamente all'Elvira che certo sarà presso di loro | e al parroco Don Isidoro. E i nostri parroci stan | pure di ottima salute? Il Sindaco Matteo | ecc.? Con piacere apprendo il benessere del nonno | dopo la sua gita a Brescia. Poveretto! | Desidero tanto vedervi tutti e baciarvi, ne sento | proprio il bisogno. [13] Finisco perché si fa buio e | debbo pesai (salire) come si dice in sardo ad Ingurtosu. | Mentre il cavallo scalpita fuori della porta || io vi mando tanti saluti anche a nome di Teresina | da distribuire a tutto Marmentino e baci e | abbracci a nonno, Peppino, Cecinotto.
Sperando avere presto vostre nuove vi stringo | ambedue al petto e affido al vento che | in questi giorni sradica tetti che è una bellezza, i miei saluti e baci
Vostro Cenzo

P.S. Ricevete ogni giorno il giornale? Noi ogni | tanto (3 o 4 giorni o anche più) riceviamo i vostri.
Vi pregherei pure di un altro favore: cioè di farmi | spedire contro assegno kg 4 (in modo d'aver un pacco di 5 kg) | di formaggio della stessa qualità che mi spediste | l'altra volta. Se vi è possibile farmelo avere presto | sarei contento poiché ne siamo sprovvisti. Saluti e | baci.


Luogo di destinazione: Marmentino (BS)
Missiva autografa. Marmentino (BS), Archivio parrocchiale, Carteggio Zubani, b. 2, fasc. 72.
Lettera di fogli bianchi. Inchiostro nero. Dimensioni 24.5x17.5 cm.

Il verbo «pesai» - al comma n. 13 - richiama il verbo sardo pesàre ovvero alzarsi (GIOVANNI SPANO, Vocabolario sardo-italiano e italiano-sardo, Tipografia Nazionale, Cagliari 1851, p. 340, sub voce Pesàre).