9. Viviani, Raffaele a De Maio, Maria

?, 10 agosto 1940

li 10 Agosto
Donna Mari
[1] Ieri sera, se revutaie nu triato, avetto tre 'mpuntature per quelle cose che non dicevo da anni, ma da quel mago che sono, lo dissi al pubblico entusiasta, scesi al palcoscenico e come parlare alle persone di famiglia dissi. vediamo se me lo ricordo e cominciai piano piano come chi fa sforzo per ricordare e mano mano che andavo avanti m'illl m'illuminavo e crescevo colorendo ed in ci[…] do nel silenzio attento del magnifico uditorio, e lo trascinavo al delirio alla fine Benvenuto al Re, e saluto al Duce.. e qui dissi: ora m'aggia sta attiento, ca nun aggia sbaglia ed ebbi un trionfo, dissi || la lirica con la consueta bellezza d'impeto, m'avette cambiare in camerino anche i calzini, perché avevo addosso il vestito pesante della Commedia. [2] Oggi alle 6. andrò all'ospedale militare a dire: versi ai feriti di querri, venne Criscuolo nel mio camerino a felicitarsi e mi ha detto che chieda sempre a lui qualunque cosa mi occorre a Milano. Domani vado a far visita a S. E. Marziale che mi vuole vedere e poi a Rocca. Lunedì ospite di Rusca. Martedì me vaco a cuccà cu 'a femmena d''o core mio, e quante m[…] è vuò ca so cepolle! 'E visto comme sta allero mariteto, e me te dongo na bella || [3] nutizia: 'O Ministero m'accorda 12.000 lire! E' un […] ecco ma apre una porta! stabilisce un principio, e poi il regalo estivo, ma ci sarà certamente l'autunnale penso che una trentina di migliaia di lire le avrò, e poi.. ci metteremo in gareggiata anche da questo lato dell'incoraggiamento, anzi del premio, ed io lo saprò meritare sempre più "nobel" [4] Ho scritto a Stagni, che port asp porti alla stazione queste due ragazze. Se mi vanno verranno con me a Napoli. || Io mercoledì devo provare! [5] Mi ha scritto Dida e Milena assieme da Montebelluna, felicitandosi della bella stampa, ho risposto a tutte e due, indirizzando "alle sorelle Signore Di Maio D'Alvise, ho detto del regalino a Ivonne di quello che farò ed ho ringraziato della cartolina e ho lasciato abbracci e baci per i loro mariti e per le loro creature. [6] E niente più per adesso questo. forse è l'ultima lettera da qui l'altra arriverebbe dopo di me. baciami tutta la famiglia, salutami Tullia, e tu fatti trovare bella e il regalo tuo ce lo faremo assieme Raff

Ho scritto anche a Scarpetta tutto il programma da svolgersi


ho scritto a Stagni che aspetti a me a Roma.


Missiva autografa.