7. Viviani, Raffaele a De Maio, Maria

?, 8 agosto 1940

Li 8. ore 11
Amore [1] io scrivo due espressi a giorno. Siamo in tempi di guerra, e qualche volta la posta ritarda, quindi l'espresso ha valore relativo. [2] Stasera faccio la serata d'onore, la Stipel ha un felice inizio. Se stasera faccio un bel teatro mi metto un fiore alla chiocca, con Paone che voleva darmi niente per la serata do donore.. Novi polemizzò dicendo "il mio animo mi consente di avere un grande artista come Viviani, una cosa simile, è legge consuetudinaria che si dà un 10% per cento ed io mi ero accordato così, e non posso fare io la figura del buffone e fare fare a voi la figura del gretto". comunque, mi regolerò io! ormai io sono un collaboratore vostro, e voi sapete che non mi potete mettere in condizioni di fare brutte figure che non ne ho fatte mai, queste cose le diceva Novi per telefono, a porta chiusa.. ma io fuori la direzione le sentivo magnificamente. || Stasera avrò quello che potrò avere, e ringrazierò Paone che è sempre il migliore di tutti gl'impresari che io ho conosciuto! Evviva l'onestà! Ho risposto alla sua lettera di invito al nuovo contratto e gli ho detto il fatto mio che mi ha tolto i tre giorni.. ed ho accettato il fatto compiuto ma mi sono sentito sacrificato. [3] Ho tefinito quei tre giorni al Palazzo, da Cavalletti, col 70% contratto nazionale. qui facevo anche Lunedi, perché comincia una Settimana di spettacoli popolari uno per sera tutti quelli dati fino a oggi, e si comincia con la sera del sabato.. ultima replica. Allora io sarò a Napoli Martedì alle 7 di sera, alla centrale ci escono 500 lire di più faremo un altro saciccio nostro. || [4] Mi duole che Vittorio si sia inchiodato a Roma, quindi le prove non le può cominciare domani. Io ho dato disposizioni a Stagni di telefonare a te, oggi, per sapere cosa hai fatto con la Pellizzi, e se no ne porterà lui una La Lauri, e se ne piglierà un altra. [5] oggi ti devo chiamare per forza al telefono, sono le 7 e mezza di sera, ho studiato tutto il meriggio per approfondire "chicchignola, per come io la voglio fare, è messo tutto a posto, come intonazioni, incontri di effetti, parlate, distribuite con sapiente verosimiglianze, tutto un bagaglio per 9 decimi già digerito, ma lo saprò, fin dalla prima recita a perfezione, e a Roma, sarà una rivelazione! Tutta la giornata a studiare. Aspettavo da te, da Stagni, qualche cosa da conoscere. Domani ne abbiamo gi···lo. Vittorio disse che il 10 cominciava a provare, e con quali donne? io sto nelle nuvole ho scritto tutto il da fare a Stagni || Io non potrò cominciare a provare da mercoledì, mattina, oggi già 9, io finisco qui la sera di Lunedì 12, la sera del 13 sono a Napoli. Il 14, ossia 21 giorni prima del debutto di Roma, 4 giorni di prove a casa, 4 recite e tre giorni, di riposi, intervallati e viaggi, quindi Vittorio dovrebbe già limare, ma non sò se avete preso le due Pellizzi o la ragazza Lauri, quella di Roma e qualche altro! [6] Ora scappo a teatro anzi telefono da qui, per sapere della portineria, se c'è posta per me. Angelo santo, c'era solo il telegramma tuo: sono con te augurissimi, ti abbraccio, Maria Viviani, cara e niente più! comunque nessuna buona nuova. [7] Ora scendo e vado a mangiare perché qui, che si tengo n'appetito rispettabile e si, che tante sere vado a latte, ma qui, in trattoriella è un disasto ieri, provai: pesce fetente! [8] mi ha scritto Girone soldato. Gli scrivo, la moglie fu nel mio camerino Lunedì sarò a pranzo da Rusc[…] , la vera recita la notte viaggio la mattina di martedì la passo a Roma, riparto alle 16. e alle 17. sto nelle tue braccia!

Come ti è piaciuto il regalo di Ivonne? e a Ivonne è piaciuto sul serio? me lo dirai Domenica al telefono […] R


Missiva autografa.