44. Viviani, Raffaele a De Maio, Maria

?, 1942

Cara mamma. [1] Ieri mattina arrivò babbo, e l'incontro fu pieno di emozioni per varie ragioni. Oltre Immediatamente dopo gli abbracci e i bacioni egli si è accorto in tram che per la fretta e la'orgasmo di venirmi incontro aveva preso una valigetta che non era sua. Puoi immaginare la paura che ci siamo presi. Nella sua valigia c'erano tutte le copie esistenti di Fravecature e Vivianeide oltre altri valori in danaro e in punto. E così abbiamo passato tutta la prima mattinata fra ufficio oggetti rinvenuti della stazione, questura, corriere della sera (dove abbiamo ordinato una inscrizione). Babbo era abbattutissimo. Io ho cercato in ogni modo di sollevarlo, ma, se non tanto per i valori invece, anche io ero impressionato per le commedie. Ne è seguito un pranzo triste triste. Finalmente nel pomeriggio apprendiamo che gli scambiatori avevano preso la valigetta alla casa studente. E allora babbo è diventato di colpo felice e frizzante di gioia. Saltavamo e correva per la strada. E ce ne siamo andati fino alla….. casa studente, dove è avvenuta l'apertura della benedetta valigia. Nel pomeriggio, in camera sua (con Novi) ci siamo letti "Vivianeide". Ho piena fiducia che si tratta di due pezzi di sicuro successo. Basta saperli mettere su con larghezza di mezzi e con grande gusto e basta che egli riesca ad avere un giro degno.
[2] Grazie per gli indumenti. Il vestito lo farò stirare a suo tempo, perché per ora è troppo leggero. Giorni fa ho ricevuto il tuo espresso con vaglia. Ieri nel pomeriggio ho trovato un insegnamento di disegno macchine e tecnologia meccanica. (8 ore e 68 lire settimanali). Per ora, in attesa di || meglio l'ho accettato. Poi del resto bastano per le mie sigarette, ed ora che ho da preparare gli esami di giugno non sarebbe nemmeno opportuno impegnare tutta la mia giornata in un impiego impegnativo.
[3] E' arrivata la mia iscrizione all'Università, è arrivata anche una lettera del distretto di Napoli nella quale mi si chiede di notificare la mia situazione universitaria (si stanno occupando di noi. Dopo gli esami di giugno sarà certamente la nostra chiamata).
[4] Sarei molto contento se potessi rinnovarmi l'iscrizione al Grif "Napoli", perché per diverse ragioni preferirei rimanere iscritto a quello di Napoli piuttosto che passare a quello di Milano.
La mia tessera attuale è quella "Anno XIX n. 93120!. E' un piccolo favore che io chiedo alla cortesia e all'affetto di Yvonne.
[5] Stamattina abbiamo visto che, nonostante la nostra disdetta, il Corriere per prorpio conto ha voluto, nella cronaca, parlare della valigetta, e naturalmente, come tutti i fatti di cronaca, l'ha un po' rammendato.
Abbracci
[…] Amoruccio di maretiello..
[6] Gaetano è diventato grosso, ha un faccia pingue alle gote, ed è lieto e fiero nella certezza del suo sicuro magnifico domani, quindi tutto per il meglio. || [7] Domani saremo a pranzo da De Flavis, sempre cosi ci porteremo con noi il pane nostro. Oggi mi vedrò con Stagni e con Novi alle tre alla Stipel: giornate rigide, piovose ma, ma c'è l'autarchico ombrello di Gaetano. mangiamo al Santa Lucia, stasera andremo alla Rivista al Nuovo con la Galli. ho visto Linguiti con fabl[…] re entusiasta del mio programma. a Roma presenterò, i copioni a Zurlo e il prospetto al Ministero. ha detto Linguiti che avrò buon esito in tutto. Ho spedito a gli amici il "Corriere" che ha fatto sempre una reclame.
[8] Penso di partire per Firenze e portare a roba a Milena. Il biglietto dura otti giorni, ma ne piglierò meno, per stare a Napoli Oggi "il rancio" Domani Messa al Duomo. e ci sacapperà una telefonata con Maria.
Bacioni
Raffaele

Missiva autografa.

La prima parte della lettera è di Vittorio Viviani, figlio di Raffaele Viviani e di Maria di Maio