36. Viviani, Raffaele a De Maio, Maria

?, ?

Maria, [1] in attesa di telefonarti domani, ti scrivo, ma macchina e sono le 22.30. Imbucherò domani per espresso, ma prima del bollettino sentirai la mia voce. [2] Ringrazio iddio che mi sono ritirato a casa mia, stasera, e di avere ugualmente recitato, a pochissima gente, che poi mi ha fatto una dimostrazione d'affetto al che ho risposto: Anche con una diecina di persone come voi avrei recitato ugualmente, […] perché sto qui per stare con voi. L'allarme, alla prima serena, e alla successiva già le bombe successive intorno a me, da ogni lato, che dato l'enorme fragore sembravano cadute tra i palazzi di via dei Mille, avevo la sensazione imboccando la via del Teatro che qualche bombe cadesse anche sul breve cammino che ho percorso terrorizzato.. e per fortuna non ha portato danno alla mia persona.
[3] Ho fatto un telegramma al nuovo Ministro della Cultura Poporale
[4] Ti accludo una lettera di Gaetano a te, e si capisce, a me, è bene ponderare e e prendere subito quella decisione che assieme studieremo a nostra difesa e alla nostra e sulla nostra dignità. Giò che occorre fare noi faremo anche perché Gaetanino, che è della medesima pasta, ci ha prospettata la situazione da farci apparire i soli colpevoli, se dopo ciò che abbiamo subito e dopo tutto il loro negativo contegno, noi, avessimo chiusa ogni via alla completa pacificazione con una completa parità di trattamento, mancando la quale essi si sono tenuti superiore alle miserie che volevano dare loro e gaetano approva pienamente che data la mia posizione sia stata una mossa meschina aver pensaata, come primo gesto, assegnare 100?000 lire, che per metterle a posto sono costate tante fatiche e privazioni!
[5] Dove sta la chiave e la nuova rinnovazione della cassetta al Banco di Napoli di Spiritosanto? La lettera pervenutami che pure ti accludo, deve essere la giusta preoccupazione di tutti quelli che hanno titoli in quelle cassette da cui il provvedimento saggio del Banco di Napoli?Se è presso di te,Puoi spedirmela subito per fer farmi fare l'operazione,d dirmi dove si si trova.
[6] La mamma di Martone ha telefonato che è venuto il documento da CRETA eadesso ci vuole che la Signorina Yvonne dia"parola"..Questo e fa premura perché Mario potesse venire al più presto,ciò è stato comunicato dalla signora a Tullia.
[7] Domani sarà una Domenica rovinata…dato il danno che si sarà prodotto dall'incursione, […] alla conferma del Bollettino.
[8] E' venuto quello del boller..già ha visto di che si tratta e ha detto che la camicia di zingo è perfetta e che è di quelle che campano cent'anni, il fatto che perdeva è stato dipeso palla sadatu' saldatura fatta male, ma essi faranno il servizio a dovere e poi la proveranno fuori il giardino e solo quando non perderà una gocci la metteranno a posta,Lunedi' se la vengono a prendere, la sola camicia e in due o tre giorni la verranno a mettere a posto, e anche questo arnese indispensabile, sara in piena efficienza ance al terzo anno di gue ra per la mano d'opera di chi vuole lavorare con coscienza.
[9] Stamattina la nuova e ultima e penultima cinquina altre cinquemila lire,di rimessa,stasera e Domani Domenica avrei dovuto poter ricuperare qualche piccola cosa,ma le bombe..non l'hanno permesso,meno male che presto mi mettero un po' se non al sicuro almento indisparte.
[10] Vado a letto.Stai serena, non affrettare i tempi, tanto la tua venuta non modificherre nulla alla inesorabiblità che infuria su la lo nostra esistenza, essere forti nel pericolo, il resto è nelle mani di Dio per noi e per la nostra Grande e Amata Patria che combatte la la sua più grande Guerra che la Storia ricordi.
Vinceremo
Raffaele

Missiva autografa.

La lettera è dattiloscritta. Si rivela di grande utilità per la ricostruzione di alcuni usi grafici e riflessi fonetici del dialetto dello scrivente perché caratteri che nella stesura manoscritta possono essere di incerta lettura o interpretazione, qui si rivelano in modo inequivocabile. Tra questi: la virgola, utilizzata in modo sovrabbondante e spesso improprio (nei manoscritti si confonde con il punto perché rappresentata da identico segno grafico), l'uso di maiuscole e minuscole, la segmentazione dell'enunciato, le vocali finali e le consonanti sonorizzate. La chiusura e la firma sono manoscritte.