7. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], 17 febbraio 1915

Maestà
17
2.1915
[1] Se Voi, e i vostri
Ministri continuano
nella neutralità, voi
perderete il trono, e percon
seguenza verrà la
rivoluzione civile in
Italia
Pensateci di non
far spedire viveri in
Austria, e in Germania
perché noi Italiani
siamo stanchi.
Uomo avvisato è mezzo
salvato
Un comitato
sincero ||

A Sua Maestà Vittorio Emanuele d'Italia
Roma


Missiva autografa.

(Roma 17.2.15) allegati: Min. Real Casa 4 marzo 1915; Min. Int. 8 marzo 1915; Pref. di Roma 28 marzo 1915