20. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], ante 1 febbraio 1917

Sire
[1] Voi siete l'autore di
questa terribile guerra, si voi.
Siate maledetto! Non pensate a
tutte queste sciagure che sono nel
mondo tutte per vostra colpa?
Si la scomunica che vi colpì non fu
altro che un'affermazione per i vostri
più spietati delitti per ambizione.
Pensate che una congiura si
sta formando per togliervi la vita.
Pensate a ravvedervi.
[2] Avrò presto il piacere di vedere
dominata l'Italia dal cattolico
Imperatore Carlo D'Austria. IX
Tu o imbecille Re sarai incatenato
e ucciso crudelmente.
Abbasso Vittorio Emanuele III
di Savoia
e i suoi due antenati!…
Questo è il grido che segretamente
si leva dal petto di 300 giovani
Italiani o nuovo Porsenia ||

A Sua Maestà Vittorio Emanuele III Re d'Italia
Zona di Guerra


Missiva autografa.

(Viterbo 1.2.17) allegati: Pref. di Roma 15 agosto 1917