13. [Anonimo] a Salandra, Antonio

Roma (Roma), 7 agosto 1915

Roma, 7.8.15
Sig? Antonio Salandra,
[1] Ricordati che il popolo d'I
talia sommessamente grida:
Abbasso i tre assassini del
popolo d'Italia!… cioè
il re, Salandra e Sonnino
& C. Fate presto la pace, o noi
la faremo con la rivoluzione.-
Con che coscienza sfruttate così orri
bilmente l'ignoranza del popolo italiano?
Riflettete, e ravvedetevi
Un riformato chiamato
a fare l'assassino per voi… ||

Onorevole Prof. Antonio Salandra
Palazzo Braschi
Roma


Missiva autografa (cartolina postale).

(Roma 8.8.15) allegati: Min. Int. 10 agosto e 16 settembre 1915; Pref. di Roma 9 ottobre 1915