10. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], 13 aprile 1915

13-4-15
Asua M. il Re
[1] Le scrivo questo per un
avertimento, perche una
persona avertita.
Se per disgrazia L'Italia
andra in guerra e che io
povera madre vedova, sia
privata del mio uno sosteg
no e di mio Fratello che è
quello che mantiene la
mia povera mamma le
assicuro che la vita di
S.M. il Re e di tutti
i membri della sua Fami
glia, sarà una ben dura
sorte li atende perche
la maledizione di tutto
le madre Itagliane
cadrà sul loro capo
come fulmine dal
cielo, creda che la
guerra non verra perche
prima della guerra
verra la Rivulozione che qua in Italia ne
abbiamo molta
bisogno che [2] cosi si
potra sgradicare quella
maledetta Casa Savoia
che più di sventure per
Italia non porta, e con
loro tutti i ministri che più di Ladroni non
sono
Attenti che i cannoni fatti nuovi
non abbiano da provarli contro
al Quirinale perche anche
i soldati ne anno abbastanza
di essere tratati come bestie
Anno ragione i veniti dire
che sotto casa Savoia
si sta peggio che in
casa del boia
venissoro i Thedeschi qua
cosi stara un po più
bene che sotto Vittorio ||

All […] […]
S.M. Vittorio Emanuele III
(Quirinale) Roma


Missiva autografa.

(*3.4.15) allegati: Min. Real Casa 15 aprile 1915; Min. Int. 19 aprile 1915 (indirizzato alla Pref. di Roma)