9. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], 16 gennaio 1916

[1] I preti internati
a Firenze:
La Patria è sacra,
e non deve essere
dominata dallo straniero,
e neppure per un
vile lucro deve essere
venduta, e tradita.
Allontanate gli austriacanti
da Firenze
Preme
Ecel.mo Signore
Il Ministro Orlando
Roma
Mandare a Firenze
come internati più
di cento preti austri
acanti è stato l'istesso
che mettere il fuoco
vicino alla paglia;
anche per la realtà che
una volta Firenze fu città
austriaca il clero ed i
clericali sono una paglia,
che soltanto all'ombra
delle fiamme austriache
prende fuoco.
[2] Questi preti austria
canti stanno bene
o a casa propria
sotto la vigilanza dei
R. Carabinieri, e la
patria è sicura
dal maleficio loro;
opp. alle colonie
nelle Case delle missioni
cattoliche, dove hanno
vitto, e lavoro, ed il
governo nostro risparmia
pure il sussidio, che
loro somministra
....
16 Gennaio 1916 ||

A Sua Maestà Il Re Vittorio III
Roma


Missiva autografa.

(Firenze 14.1.16 - Roma 15.1.16) allegati: Min. Real Casa 29 gennaio 1916