15. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], ante 5 luglio 1916

Carisimo Re di TagliÓ
[1] Viengno quo conquesto mia lettera per avisarla
che io mi sono deciso di fare una cosa
troppo brutta per la sua vita na credera
che prene qui la vita a se stesso c'e
quella de gliatri Se gli di spiace la morte
faccia finire la guerra senno cessera di vivere
lei Se dietro a qiundici giorni non na di
chiarato la pace ci pensiamo noi a lei
[2] Carissino Re di Taglia
Mitenda con pochi di scorsi
Se gli prene la vita
dentro 15 giorni faccia pace perche
seno si fa finita noi di lei perche
quegli che a fatto amazare lei mi
pare che sino piu innocenti di lei
e cosi faccio a mizato anche suo
ministero di guerra
Roma
Riceva
tanti Saluti
e dio apresto
Vero farcli una
Visita
Roma ||

Maesta Reale Re di Taglia
a Roma


Missiva autografa.

(Greve (Firenze) 5.7.16 - Roma 6.6.16) allegati: Pref. di Firenze 6 luglio 1916