1. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

La Spezia(SV), 26 agosto 1914

O Re! [1] questi comu
nicati del tuo Vile Governo_
_rivoltano la coscienza
di ogni buon Patriotta Italiano
O Re, il Popolo Italiano
è indignato dei continui massa
cri di tanti Italiani innocenti,
compiuti dai tedeschi e dagli au
striaci, ed un giorno o l'altro in
sorgerà, stanco della tua politica
di vergogna e di sottomissione.
2O Re, io ti auguro che le
orde tedesche e Austriache, possano
un giorno gettarti da quel trono
che tu ed insozzi colla tua
viltà, colla connivenza dé tuoi
vili ministri.
[2] O Re, ma non ti piange
l'animo, tradire così vilmente
il tuo Popolo? [3] Ma egli saprà
vendicarsi. O Re ascolta la voce
del tuo popolo, ed insorgi, o metti il
tuo esercito, che lo anela, a sbaragliare
le crudeli orde di Attila.
Un patriotta
La Spezia 26 agosto 914 ||

A Sua Maestà Il Re d'Italia
Vittorio Emanuele terso
Roma


Missiva autografa.

(La Spezia 26.8.14 - Roma 27.8.14) allegati: Min. Real Casa 3 settembre 1914; Min. Int.. 11 settembre 1914; Pref. di Genova 1 ottobre 1914