45. [Anonimo] a Orlando,Vittorio Emanuele

Milano(MI), 6 aprile 1918

Milano 6 Aprile 1918
[1] Se V.E. si sente Italiano, se ama la Patria, legga
attentamente le seguenti informazioni che un oscuro ma vero e sincero
Italiano Le invia.
V. E. sa che siamo in pericolo ma se non si prendono seri, radicali
provvedimenti il popolo d'Italia lo si spinge a seguire l'esempio di
quello Russo e ciò lo si deve ai disfattisti che sono i nemici interni i Giuda.
e questi bisogna cercarli nell'alto, fra i ricchi, nei possidenti di terreni
di boschi, nei fittabili o conduttori di fondi, negli speculatori senza coscienza
ecc. [2] Per citare un esempio, un proprietario di boschi, già ricco, ha confessato
che è una vergogna l'alto prezzo della legna in pianta, e prende il denaro
perché così fanno gli altri.
Perché dunque i generi di nostra produzione devono subire enormi
rincari? Se la mano d'opera, sia pure aumentata del doppio perché alcuni
per non dir tutti i generi sono aumentati del quintuplo? Gli affitti
dei fondi sono ancora come prima della guerra o poco più, dunque
questi enormi aumenti a beneficio di chi vanno?
[3] Il povero operaio ormai non può più vivere, mentre i proprietari
di fondi, i fittabili e gli speculatori accumulano ricchezze spro
positate perché? Ecco gl'ingordi, ecco i veri nemici della Patria
e fra questi chissà quanti deputati, senatori e ministri vi sono, per
cui si tace tanta bruttura. Già ne abbiamo luminosi esempi
dei Bonacossa, Feltrinelli e C. [4] Chi sarà capace di frenare
questa corsa dell'Italia verso lo sfacelo e mettere la museruola agli
ingordi Nemici interni? Dobbiamo attendere il tedesco a farlo?
Sono questi esempi che devono animare i nostri poveri soldati
alla fronte? e la resistenza interna della popolazione?
A giorni avremo altro rincaro del latte, da 50 a 80 C.mi il litro
e avanti!!! Fin che la dura! ma la misura è colma… ||

A.S.E. Orlando
Presidente dei Ministri
Roma


Missiva autografa.

(*Milano 6.4.18) allegati:(?)