44. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], ante 31 dicembre 1919

[1] LA CORONA in PERICOLO?;
Si attende e qualcuno si prepara di dare scacco matto
al ré
Si tratta di una questione delicatissima; Si fa una seria
propaganda rovesciando sulla monarchia la colpa di alimentare la
camorra e la ladroneria che appesta il nostro paese. Sebbene gli
scriventi credano che il male sia radicale nella razza italiana pur
tuttavia l'evidenza delle ragioni apportate dai sostenitori di questa
tesi sono quasi persuasive. [2] Si attende di cogliere il flagrante il
Ministero stesso quando e non passerà molto tempo si domanderà un
Rendiconto delle Spese di Guerra e del Ricavato del Bottino preso agli
Austriaci. La libertà che si lascia di rubare ai Fornitori agli av
venturieri a tutti i farabutti senza che siano messi in galera fà
sospettare che il Governo sia impotente o interessato a non
colpire i ladri di tutte le risme. [3] Se la moralità non ritorna negli
organi dipendenti dal governo e se non si avrà il coraggio di punire
solennemente e duramente tutti i colpevoli, il popolo crederà che la
Monarchia favorisca questo sfruttamento alle sue spalle.
Vi sono Fornitori, Vi sono uomini politici, vi sono Generali
troppo rapaci se saranno colpiti bene la monarchia trionferà altri
menti addio corona!!!! L'avvertimento è rude ma sincero!!!!! ||

Missiva dattiloscritta.

t.post.(?) allegati:(?)