33. [Anonimo] a Salandra, Antonio

[s.l.], ante 31 dicembre 1919

A… Noi! Salandra
[1] non potetti ritenermi dal sorridere,
nel apprendere dai vari giornali:
che durante le sedute a Monteci
torio, voi… non manaste a dire
che l'ostruzzionismo proposto dai social
demogratici gettava la Camera in pie
na Anarchia! Oh! poveri illusi…
E non sapete forse? che ciò si è
fatto (e si fà) semplicemente per tirare
polvere negli occhi ai gonzi? E già!
il giorno si fa vedere che si difende… il
proletariato, mentre la notte… si ruba
in sieme.
no! no! [2] carissimo signore… quell'Ideale
che voi mettete in ridicolo (non per
questo gli ostacolate la via del suo gran
de progresso) non verrà a ciarlatanare
in Parlamento ma bensi… insorgerà nel
paese, da voi turlupinato. Sarà il
Proletariato italiano, che stanco delle
persecuzioni e dell'avvelimento, e spinto
da giusti e severi principi, s'avviaerà verso la
via della Redenzione-
[3] Sarà la folla che voi oggi (come ieri) chia
mate teppa ecc. che domani…
scatterà
in piede (rovesciando voi e le istituzioni)
e vi griderà a grande e possente voce:
via codardi, vigliacchi, ladri… stupratori,
ci'avete turlupinato, ci'avete ammazzati
i figli, i fratelli, le sorelle, i padri, le
madri, ci'avete menati nella più
squallida miseria. Ora è il tempo di
vendicarci… Ecco l'Anarchia, e non le
pagliacciate Parlamentari.
[4] Per mio conto mi auguro che il Proletaria
to italiano alla violenza voglia risponde
re con la violenza; agli eccidi… con
quello di appiccarvi vicino un fanale, unito
pure al ré Macaco et similia …
Come del resto mi auguro per la cana
glia dorata- che vive succhiando sangue al
lavoratore -di tutto l'Universo-
Io qui non voglio fare della rettorica… ma
come lo scritto in carta così lo dimostrerò!… in
fatti e cose che corrispondono a verità-
Fuori canaglie; oramai e giunto il… prin
cipio della… fine… la fine… della fine!!
Credetemi pel vostro tremento… nemico-
-Uno della teppa- ||

Missiva autografa.

t.post.(?) allegati:(?)