30. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], ante 31 dicembre 1919

Maestà.
[1] Voi siete un angiolo: Voi provvedete,
non fate come altri, e perciò vi scrivo!
Il popolo è lasciato nella più completa
ignoranza del perché di questa nostra
guerra e del perché non si fa la pace.
Sente le sofferenze, vede morire i suoi
figli e nessuno - o pochi - si ri
cordano di spiegargli perché ciò
è necessario, a quali idealità ciò corrisponda.
Maestà
Voglia disporre che ciò cessi. Si facciano
come in Inghilterra conferenze al pubblico
sulle piazze - come a [2] Trafalgar square -
non in sale, nei teatri dove il
popolo teme andare e dove va solo chi
è già convinto di quel che sente.
Si suscitino tutte le energie,
si scuotano i dubbiosi, si
persuada, si stia a contatto del
popolo, degli umili, sappia la
povera gente che il governo, le
autorità non vogliono solo che
per loro: carabinieri, arresti, catene,
prigione.
[3] Si cerchi il popolo che è di
fondo buono, paziente: che soffre
in pace, pure se brontala, e benché
sobbillato dai peggiori elementi e
benché veda corruzioni senza
fine, chi ingrassa in questo
guerra o chi gode di tutti i privilegi.
ogni azione valorosa dei figli del popolo
si esalti; si cerchi con ogni mezzo di
suscitarne l'ammirazione, l'emulazione.
[4] Si tolga l'inconveniente ora esistente
che i grossisti sono provvisti di
generi a iosa, ai piccoli bottegai
sia invece difficile avere le forniture
(specie di olio) che pure in cosi larga
misura abbondante! si creino cooperative
del popolo, unioni tra le povere gente, che possano for
nirsi dei generi una volta al mese e non, tra file immense, solo ogni
9 giorni! [5] giacché il popolo da sé, alla meglio o
alla peggio e benché con tendenza settaria,
visto che non era aiutato, si è creato
segretamente del popolo, Camere di lavoro,
si sussidinio, si incarichino, si proteggano,
si consiglino. si tramutino, insomma,
in amiche il che sarà facile appena vedranno
che delle autorità sono ben viste, aiutate con
amore. E sia la Maestà Vostra a fare il miracolo!
Dio le dia ogni bene ||

Missiva autografa.

t.post.(?) allegati:(?)