5. [Anonimo] a Orlando, Vittorio Emanuele

[s.l.], 21 ottobre 1918

Dalla Calabria 21 Ottobre 1918.
Signor Presidente; ed a voi o dirigenti
della Nazione!…
[1] Tutti sappiamo che lo stato Ŕ venduto, dalle
esigenze della dura guerra; che da voi barba
ramente f¨ scatenata!

Tutto il popolo Ŕ ora stanco a sopportare le
sofferenze da voi imposto… (per la miseria della
patria!
…) Che or sono quattro lunghi anni, di
continuati sofferenze,… e di barbarie!…
Desidera ora riposarsi in pace!…
Lasciateci dunque riposare!…
╔ ora di finirla!…
[2] Pensateci bene…
Non ci giocate pi¨ con la spudera
ta politica!
… Che quello spirito di
campanile pi¨ non esiste!… Desideriamo
la pace, e la vogliamo, dal momen
to che tutti la vogliono!… Capite?…
Non cercate di insistere a continuare nella
distruzione!… (O voi responsabbili!…) Cercate
piu tosto di accomodare il fallo commesso!…
Che chi troppo la tira… la spezza!…
[3] O voi Vigliacchi!… che fate propaganza con
gli brindisi… a Londra… ed a Parigi!
ed a tozzare i bicchieri… dello spumante!…
e Sciampagni!…ecc! ecc!…
Vi preghiamo francamente di finirla!…
O Voi cornuti- Spuderati- senza cuore!
Sanguisughi del genere umano… ne
sarete domani i responsabbili!…
Il sangue di quelle giovani esistenze…
che da quattro lunghi anni si sparge!…
Si risveglierÓ su di voi… ed i vostri figli!…
[4] Sulle vostre future generazioni; e ne farÓ
vendetta!…
Se insistete a continuare il giochetto!…
Siete Voi i responsabili dal momento
che invece di smetterla ne fate la
propaganza!… di resistere… ed accendere
ancora il fuoco!…
Finitela Schifosi!Impostori!
Parassiti
Sanguisughi!Sfruttatori dello stato!
Siamo infinitamente stanchi, e non vo
gliamo che pi¨ ci prendete in giro…
con la vostra fradicia politica!…
[5] Finitela Ŕ ora!… Vergognatevi!…
Senza cuore e bruti che non siete altri.
Vogliamo che la finite! Se non siete
pi¨ capaci di ristabilire l'intero mondo
che avete messo in fiamme e fuoco!
Andatevene alle vostre casi!… Dimette
tevi!… Siete voi ripeto che domani
la pagherete cara ve lo giuriamo!…
Si il sangue di tante giovani esistenze
si risveglierÓ su di Voi responsabblili!
Ed il rimorso sarÓ grande!…
[6] Anche le cause,… e le cause guenze
della febbre spagniola… ne derivano
dall'attuale guerra!… che voi avete
scatenata con lo spirito di campa
nile!… che nÚ ora, e nÚ mai esisterÓ
pi¨!… Anche domani si discutera questo!
Il palazzo di giustizia ne parli!…
della vostra onestÓ!.. ne attesta
di che siete capaci o Voi Signori!…
[7] Siamo stanchi e pi¨ non vogliamo
essere gonfiati i (colioni) che abbastan
za grossi!… come quelli di S. Pietro!
Invochiamo; che Ŕ ora di finirla!…
e non intendiamo pi¨ soffrire!… per
vostra causa!…
Si pu˛ ragionare!… e non pi¨ con le armi.
Badate, che non siamo nÚ rivoluzionari!
pacifisti!… ma bensi, queste paro
le di fuoco!
… escono dal…
Puro sangue
Calabrese!
Pensateci bene… ||

All'Onorevole Sig.r Orlando Presidente dei Ministri
(sue proprie mani)
Roma


Missiva autografa.

(Catanzaro 21.10.18) allegati: Min. Int. 30 ottobre 1918; Pref. di Catanzaro 19 dicembre 1918; Pref. di Catanzaro 13 gennaio 1919