6. [Anonimo] a Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia

[s.l.], ante 1 marzo 1916

Re Buono.
[1] In quest'ora solenne per la Patria, mentre i no
stri fratelli si battono per gli alti destini d'Italia,
per una santa causa, quante famiglie sono prive
dei loro cari e di pane
Maestà, da Voi, s'implora
di concedere, come per la volta passata, un'an
mistia per i poveri disgraziati chiusi nei carceri,
affinché possano ritornare in seno della loro fami
glia e sollevarle dalla miseria.
Maestà, date ascolto alla
voce del Vostro buon cuore ed esaudite la grazia
che s'invoca
Vostri
Ferventi e fedelissimi sudditi
Baresi Circolo Cattolico
Bari ||

Domanda
A Sua Maestà Il Re d'Italia
Zona di Guerra


Missiva autografa.

(Bari 1.3.16 - Posta militare 4.3.16) allegati: Min. Real Casa 17 marzo 1916