11. [Anonimo] a Tommaso di Savoia

[s.l.], ante 8 gennaio 1918

Sig Tommaso di Savoio
[1] e fino à quando credono di potere con
tinuare gl'insulti al genere umano?
O la guerra finirà e subito, o terre
mo noi le armi in mano per
farla finire e subito- Siamo noi ora
quei che comandiamo ai nostri
figli soldati- Può farne a meno
dei suoi cretini ed insul
si decreti- Lo faremo noi
decretando fuori la Mo
narchia- Abbasso i ladri
Fuori i galeotti- Fuori
gl'insenzati-
Viva il socialismo ||

Al' Luogotenente Generale Tommaso di Savoia
Roma


Missiva autografa (cartolina postale).

(Lecce 8.1.18 - Roma 11.1.18 ) allegati: Pres. del Consiglio dei Ministri 30 gennaio 1918; Min. Int. 2 febbraio 1918; Pref. della Terra d'Otranto 26 marzo 1918