42. [Anonimo] a Tommaso di Savoia

[s.l.], ante 25 agosto 1917

[1] Re Umberto fu assassinato a torto, in mo
menti di pace, di prosperitÓ, di ricchezza.
Re Vittorio sarÓ ammazzato con ragione, se
non farÓ cessare subito la guerra. ovvero eviti
ulteriore spargimento di sangue cittadino. ||

A S.M. Il Luogo-tenente Tommaso di Savoia
Roma


Missiva autografa.

(Napoli 25.8.17 - Roma 26.8.17) allegati: Min. Int. 24 settembre 1917; Pref. di Napoli 13 ottobre 1917