20. [Anonimo] a Tommaso di Savoia

Napoli(NA), 5 febbraio 1916

Napoli 5.2.916
A Sua Altezza Reale
Tommaso di Savoja
Luogotenente Generale del Regno
Roma
[1] Permetta V.A. tanto beneme
rita per altri suoi provvedi
menti che assicurano la pace
sociale con la giustizia, ai
poveri e numerosi impiegati
dello Stato e degli Enti varj una
invocazione suprema per
un di Lei provvedimento che
sospenda il fatale e iniquo
aumento delle pigioni. Con
tali aumenti i proprietarj
di case tendono a minare la
preparazione civile addossan
do ai fittuali i nuovi carichi
derivanti dalle sacre necessità
della guerra nazionale e così i
poveri pigionali -specie gli im
piegati che non hanno rivalsa
e devono pagare un fitto che
oscilla dalle mille alle 1500
annue (almeno è in Napoli
e nelle grandi città) sono forzati
a pagare anche i tributi di guerra
dei loro padroni di casa. [2] Ciò
è iniquo e genera un malcontento
che inasprisce gli animi, tanto
più che non si trova un serio
rimedio alcaro viveri che
imperversa ed è anche effetto
di indecenti speculazioni.
L'alto senso di rettitudine
amministrativa e di giustizia
che anima Vostra altezza,
e la necessità di salvare
la pace sociale e la sussistenza
di tante e tante povere fami
glie, che appartengono a fedeli
servi dello Stato e degli Enti,
siano pegno di un urgente
sovrano provvedimento di V.A.
che sospenda l'iniquo aumento
delle minori pigioni, almeno
quelle fino a £ 2,000 annuali,
aumento che discarica sui fit
tuali i tributi di guerra che
per sacra necessità sono imposti
agli abbienti ed ai proprietarj.
[3] Già s'impongono ora aumenti
di fitti in previsione di future
imposte!! In questi tempi che
maggiormente impongono i sacri
fici per l'esistenza della patria!
É un grido di vero dolore per denegata
giustizia e V.A. può provvedere per
il pubblico bene e sarà benedetto e plaudito.
Gli impiegati civili e M.i di Napoli
(e del Regno) ||

A Sua Altezza Reale Tommaso di Savoia Luogotenente Generale del Regno
Palazzo Quirinale
Roma


Missiva autografa.

(Napoli 5.2.16 - Roma 7.2.16) allegati: Min. Real Casa 21 febbraio 1916