7. S., Liliana a V., Luigi

Niviano Chiesa (PC), ante 21 gennaio 1944

[1] Che gioia, con un po' di ritardo, anch'io avuto una cartolina. [2] Sapessi Gino quanto siamo in pena per te che non ricevi nostre notizie fin'ora veramente buone Io no, ma Amelia e Mario hanno ricevuto tue lettere. [3] Ancora soffri di disturbi intestinali? una vera pena tutti in famiglia ti ricordano. [4] inutile dire che io ti penso sempre molto. Anche i parenti s'interessano di te e tutti ti salutano. Ciao. Auguroni Lilia

Luogo di destinazione: Bruckneudorf (Austria)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Lettera.