44. M., Evaristo a M., Giuseppina

Forbach (Francia), 16 agosto 1944

Cara Mamma [1] Vengo ate con queste poche righe tanto per farti sapere che o ricevuto la letera la quale sono rimasto molto contento nel sentire che siete tutti in otima salute e cosi ti poso asicurare anche di me ora presente.[2] E poi ti facio sapere che o ricevuto il pacco e sono rimasto molto contento di quelo che mi ai mandato e di più la farina per fare la polenta che ho mangiata e così volentire che tu non puoi immaginarti e quando che mi mandi unaltro paco mandami di più farina e formagio che polenta e formagio e buona [3] di nuovo saluti dai nostri paesani E poi mi farai sapere come vano i racolti del campo se vano bene o malle e poi ti facio sapere cheo ricevuto posta dalla Sorella Cecilia e lei sta bene Con questo termino il mio malle scrito con salutarti div ero cuore sono per sempre il tuo Figlio Evaristo

Ciao Adio tanti saluti alla Famiglia Ciao Baci a B. Pierino.


Luogo di destinazione: Codogné (TV)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Lettera.