33. B., Camillo a B. C., Ester

Füllen (Germania), 11 giugno 1944

Cara Mamma [1] - ancora né posta ne sacchi [2] - Giornate fredde - clima brutto L'umore segue il tempo Le giornate trascorrono sempre più lente. [3] Non ci danno più bollettini per i pacchi. forse meglio. sacrificio inutile da parte vostra. Roba che si serve e che sarà preziosa anche per voi. [4] Spero stiate bene e tranquilli almeno per ora. Quanto tempo che manco da casa! Ormai non penso più a nulla. Salutami tutti. Scrivetemi. Un bacione tuo aff figlio
Camillo

Luogo di destinazione: Lonate-Pozzolo (VA)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Cartolina.