148. S., Mario a S., Lina

Forbach (Francia), 29 gennaio 1944

Lina cara [1] Chissą quante sofferenze stai passando per questo mio silenzio, perdonami, non avevo possibilitą, la corrispondenza mensile č ristretta, ed oggi, sebbene gią come ti descrissi, avendo locasione di questa, ti do la notizia dell'|ottima mia salute e cosi lo vorrei sperare di te e tua famiglia. [2] Avrei un gran desiderio di ricevere a pił presto tue notizie, non pensre sono sempre tuo, a presto. Saluticari specie mia famiglia Baci Mario

Luogo di destinazione: Milano (MI)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Cartolina.