114. L., Franco a L., Romeo

Berlino (Germania), 44 aprile 09

9/4/44 Carissimi Genitori, [1] ieri mi sono giunte dopo avere tanto atteso due vostre cartoline in data 15/2 e 20/2 di Febbraio; dal mese di Agosto che non avevo vostre notizie. Contentissimo che state tutti bene in famiglia ed anche per il Virginio che ero preoccupato per la sua posizione. [2] Per i due pacchi in viaggio finora nulla mi è giunto spero nei prossimi giorni, molti miei camerati sono arrivati anche il secondo e per noi qui molto servono quei pacchi. Però, non mandatemi pacchi solo mezo croce Rossa mandatemi solo con quei modoli che vi invierò io. [3] Cari Genitori, per quanto a me, godo ottima salute per quanto la vita non sia delle facile. Tutte le cose hanno una fine; finirà anche queste tribolazioni speriamo di rivederci presto. Abiate i miei più cari saluti uniti a quelli di Luigi e Virginio pure ai Parenti. Aff.mo Franco

Mi invierete pacchi sempre che vi trovate nella possiblita. ciao ciao


Luogo di destinazione: Inveruno (MI)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Lettera.