10. P., Giuseppe a P., Angelo

Berlino (Germania), 19 marzo 1944

Carissimo padre [1] vengo a voi nuo|vamente con questo mio scritto ren|dendovi noto per primo che il mio stato di salute attuale ottimo cos spero di voi ed i famigliari. [2] Vi faccio pure presente che mi fa anche molto caro che ho ricevuto i vostri primi 2 pacchi che mi avete spedito, vi rin|grazio di quore del vostro interessa|mento ed i pacchi li ho trovati in|tatto e pressa poco contenevan tutti e 2 la medesima roba che per m in questi casi oro. [3] Per quanto alla mia situazione non ci pensate speriamo un presto arrivederci avrei piacere saperne qualcosa del Giovanni se possibile altrimen|ti salutatemelo se avere la combi|nazione. [4] Il mi pensiero sempre a voi Ricordandovi sempre. Vostro
Aff mo Figlio Giuseppe

Ciao Ciao Saluti cari a tutti ed un presto arrivederci. Vi auguro buona Pasqua


Luogo di destinazione: Inveruno (MI)
Missiva autografa. Milano (MI), Fondazione Memoria della Deportazione.
Lettera.