48. Isabella d'Este, marchesa di Mantova a Lorenzo da Pavia

Mantova (MN), 18 gennaio 1502

Mag.ro Laurentio, [1] Essendone occorsa commoditÓ di questo burchio doppo la partita de Baptista scalona, secret.o dil Ill.mo sig.re nostro, qual vi haver˛ forsi parlato al recever di questa, mandiamovi li nostri dui liutti, fra quali Ŕ quello de hebano, che sonno schiappati et getati nel fondo, como vedereti. Pregamovi che li vogliati conciare subito et poi portarli cum vui se venireti a ferrara a queste noze et non li mandareti per persone fidate. [2] Et a li vostri piaceri ne offerimo. Qui inclusa serÓ la chiave del liutto d'hebano: l'altra non se retrova. Potereti farla reffare. Mantuae XViijXViij Januarij 1502.

Minuta cancelleresca. Mantova (MN), Archivio di Stato, Busta 2993, Libro 13, c. 23 v..
Cart.

Intestazione nel minutario: "M.ro Laurentio de Papia".