47. Lorenzo da Pavia a Isabella d'Este, marchesa di Mantova

Venezia (VE), 18 settembre 1501

Inlustrisima madona, [1] per el portatore di questa, ve mando una onca d'anbracan bonisimo tolto a tuti i palengonj con tuta ogne diligencia, e costa ducati 5 l'onca; e una onca de mosgo mirabile che non posibile meio e costa ducati 7 l'onca. E le cose che tolio per la s. vostra uso una estrema diligencia per avere cose elete e chi vole cose elete bisogna pagarele bene. [2] Ma ala s. vostra manda' a questi gorni li X patenostri grosi d'ebano e uno p groso. Credo li averete auti. Non altero per questa, de contunevo me recomando ala s. vostra, aspetando li danari del costo de dite cose insemo con li 6 ducati deli libri. Ad 18 de setenbre 1501.
lorenco da pavia in venecia.
||

Ala Ill.ma Madama
Elisabella marchiesana
‹de Man›toa madona
Colendiss.a.


Missiva autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Busta 1439, c. 314.
Cart., 1 f.; l'indirizzo lacunoso a causa di uno strappo, provocato dall'apertura del sigillo.