44. Isabella d'Este, marchesa di Mantova a Lorenzo da Pavia

Mantova (MN), 7 agosto 1501

M.ro Lorenzo, [1] havemo havuto el Petrarca et havessimo etiam el Virgilio, quali ne piaceno. El pallazo, nostro Thexorere, ve mandarà li sei ducati del costo che cossì gli havemo commesso. Faremoli ligare qui ad uno bono Maestro. [2] Quando se stamparanno Dante et ovidio, faretine havere in carta bona de la quale non pigliaremo cura mandare a tuore a parma, como prima havevamo ditto, doppo che ce haveti mandato el Petrarca, parendone che questa sij bona, ma potereti cernirli a carta per carta como haveti facto questi, advertendo ad lassarli ben seccare prima che se pigano acio chè le lettere non se atachano da l'altro canto. [3] Se ne fareti havere quello capello de lana de Fiandra che sia finissima, l'haveremo grato. Benevalete. Mantuae septimo Aug.ti MDi.

Minuta cancelleresca. Mantova (MN), Archivio di Stato, Busta 2993, Libro 12, c. 78 .
Cart.

Intestazione nel minutario: "M.ro laurentio de papia".