28. Isabella d'Este, marchesa di Mantova a Lorenzo da Pavia

Mantova (MN), 11 marzo 1500

Mag.ro Laurentio, [1] mandatine per questo nostro Cavallaro uno pezo de hebano, advertendo perhò ad non privarvi de cosa che non guastasse el liutto. [2] Scrivemo anchora a Zoanne andrea del fiore zoielero che ne mandi mezo dente de avolio: se per caso lui non se ritrovasse in venetia, el Cavallaro vi darà la littera sua. [3] Apriritela et vedeti voi de servirne. Apresso fatine fare subito uno pectine de avolio et uno de corno negro de la grandeza et fogia de quello de ligno che ve mandiamo per monstra, ma che siano più subtili et bene lavorati, retinendo el Cavallaro finché siano facti, per el quale mandareti li pecteni, lo mezo dente de avolio et lo hebano. [4] Bisognandovi dinari per li pecteni, richiedeteli al prefato Zoanne andrea al quale havemo scripto ve li dia. [5] Recordatovi de fare lo liutto secundo vi fu scripto per el pallazo, nostro Thesaurero.Mantuae Xj Martij MD.

Minuta cancelleresca. Mantova (MN), Archivio di Stato, Busta 2993, Libro 11, c. 33 .
Cart.

Intestazione nel minutario: "Mag.ro Laurentio de Papia".