24. Isabella d'Este, marchesa di Mantova a Lorenzo da Pavia

Mantova (MN), 16 dicembre 1499

M.ro Laurentio, [1] Desyderando nui, per l'amore ve portiamo, intendere como stati al presente de la vostra quartana, havemo commesso a questo Cavallaro ch'el venghi a vedervi, acio chè per lui ce ne possiati chiarire et avisarne se haveti mai ritrovato el legno da fare el liuto che ne rasonasti et quando l'habiati ritrovato et volendolo principiare, como ve pregamo et stringiemo a fare, habiati advertentia ad fare el corpo tutto alla spagnola senza dargli niente dil Italiano et benché sapiamo che non seti solito imitare alcuno per la gran virtù vostra, nondimeno in questo liuto, per farlo in tutto secundo el nostro desiderio, vogliati puramente condurlo alla spagnola non lo bastardando in parte alcuna. [2] S'el ve bisognarà dinari per comprare ligno, avisaticelo che ve li mandaremo subito. Mantuae XVj Decembris 1499.

Minuta cancelleresca. Mantova (MN), Archivio di Stato, Busta 2993, Libro 11, c. 12.
Cart.

Intestazione nel minutario: "M.ro Laurentio de Papia".