10. Lorenzo da Pavia a Isabella d'Este, marchesa di Mantova

Venezia (VE), 3 giugno 1497

Illustrissima Madona, [1] A questi gorni pasati sono stato a Ferrara con lo instromento de l'imbasadore de Milano. [2] E la rasone che io non sono venuto dala signoria vostra sì è questa che Francischo varotare me promise e deme la fide de venire a Ferrara subito fato le feste de pasqua, così io l'aspetai 18 giorni e non è maie conparso […] [3] gionto che foi a venecia, trovai el dito Francisco che era andato a Padova con el fratelo del cardinale grimani, siché, dala virtude in fora, el me pare una bestia.
Adì 3 de zugno 1497.
Lorenco da pavia in Venecia.

Copia manoscritta. Mantova (MN), Archivio di Stato, Schede Davari, 3, c. 381 .
Cart., 1 f.

Intestazione nel Davari: "Lorenzo da Pavia ad Isabella".

All'interno della lettera (prima del comma 3) il Davari segnala con più puntini di sospensione di aver tralasciato parte del testo originale.