9. Cecchi, Emilio a Mattioli, Raffaele

Roma (RM), 8 giugno 1954

11 Corso d'Italia, Roma
8 giugno 1954
Egregio dott. Mattioli,
[1] come Schiaffini le avrà scritto, io fui molto grato e commosso della Sua idea di pubblicare quel libriccino. Mi ero rifiutato a qualsiasi altra iniziativa, ch'era stata ventilata, per quel famigerato "settantennio"; ma a questa, in quella forma, ci si può stare. [2] Mi sembra che Schiaffini non abbia avuto una cattiva impressione del materiale del "Periplo dell'Africa" che gli detti, e che credo le abbia già spedito. Ma se a lei piacesse meno, o non piacesse affatto, non abbia riguardo a dirmelo. Non mettetevi nemmeno in troppe faccende per uscire il 14 luglio: settimana più o meno fa lo stesso; l'importante è che il libretto non tolga decoro alla serie delle vostre pubblicazioni. Mi abbia dunque, con i più vivi ringraziamenti, ed in attesa di vederla a Roma, Suo riconoscente e dev/mo
Emilio Cecchi

Missiva dattiloscritta con interventi autografi. Milano, Centro Apice, Corrispondenza, 8.
Lettera di 1 c., solo recto.