5. Ricciardi (Direzione) a Cecchi, Emilio

Firenze (FI), aprile 1950

Firenze, aprile 1950

Al Prof. Emilio Cecchi
Via Corso d'Italia 11


[1] Secondo i nostri precedenti accordi, La prego di preparare per l'Editore Riccardo Ricciardi (Napoli) un volume di complessive pag. 1000 e del formato che Le far˛ conoscere, contenente Le opere di Francesco De Sanctis (scelta)
volume con prefazione, commento e appendice, che sarÓ parte di una nuova Storia della letteratura italiana con testi, diretta da Pietro Pancrazi e Alfredo Schiaffini.
Ella si uniformerÓ alle norme generali contenute nel fascicolo che Le Ŕ stato spedito e a quelle particolari discusse con me e dovrÓ consegnare il manoscritto entro il febbraio 1951.
[2] Come onorario Le spetta la somma di Lit. 200.000. = = (duecentomila), che Le sarÓ versata metÓ alla consegna del manoscritto, metÓ dopo la correzione delle prime bozze, e comunque non oltre un anno dalla consegna del manoscritto.
Resta inteso che la proprietÓ letteraria della Sua opera in parola Ŕ ceduta all'Editore Riccardo Ricciardi e che Ella s'impegna a non pubblicare altro lavoro, nemmeno sotto pseudonimo, che faccia concorrenza a quello di cui alla presente lettera.
Se d'accordo, Ella restituisca a Pietro Pancrazi (Camucia-Arezzo) questa lettera debitamente firmata in segno di accetttazione.
IL DIRETTORE DI SEZIONE
Attilio Momigliano
Per l'Editore Riccardo Ricciardi
Pietro Pancrazi
"Emilio Cecchi"

Missiva dattiloscritta con interventi autografi. Milano, Centro Apice, Corr. amministrativa, 1.
Lettera di 1 c., solo recto, su carta intestata "RICCARDO RICCIARDI EDITORE. LA LETTERATURA ITALIANA. STORIA E TESTI. | La Direzione ".

╚ il contratto con cui Emilio Cecchi si assume l'incarico di curare un'edizione antologica delle Opere di Francesco De Sanctis, per la collana "La letteratura italiana. Storia e testi". Dal momento che Cecchi non potÚ onorare l'impegno, il volume fu in seguito affidato a Niccol˛ Gallo (ed uscý nel 1961); la Ricciardi si riserv˛ tuttavia di assegnare la stesura dell'introduzione al vecchio curatore, che per˛, anche in quell'occasione, fu costretto a rinunciare (cfr., qui, le missive nn. 30-34).

In calce, le firme autografe di Pietro Pancrazi (per l'Editore Ricciardi), di Attilio Momigliano (direttore di sezione) e la controfirma di Cecchi (qui riportata tra virgolette), che rispedisce alla Ricciardi la lettera-contratto sottoscrivendola.

Le integrazioni, manoscritte, sono di Pietro Pancrazi.