18. Cecchi, Emilio a Antonini, Gianni

Roma (RM), 20 settembre 1954

11 Corso d'Italia, Roma
20 Sett. 1954
Egregio dott. Antonini,
[1] le rimando, a parte, raccomandato espresso, il disegno. Pił che altro credo convenga stamparlo, invece che in nero assoluto, in "terra bruciata", che dą una miglior trasparenza.
[2] Circa i suoi dubbi di p. 4 (colonna):
scuoprirla: mi pare che sia chiaro e corretto: si riferisce alla novitą e meraviglia della orzata.
anderete: se quelli cui mi rivolgo anderanno a Siviglia; dove io, come risulta dal sčguito, non sono pił; se no, avrei messo verrete.
[3] Circa il frontespizio, credo che abbia ragione lei di mettere un maiuscolo: e forse staccare un pochi pochino pił dal rigo di PERIPLO ecc. Ma sono piccolezze. Grazie di tutto, suo dev.
Emilio Cecchi

Missiva autografa. Milano, Centro Apice, Corrispondenza, 17.
Lettera di 1 c., solo recto.