853. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 27 dicembre 1521

Molto Mag.ca Mad. mia matre honor. [1] Ho ricevuta la lettera de V. S. de 18 alla quale non farò altra risposta, se non ch'io hebbi la lettera de cambio per li 50 ducati come ancor per altre mie ho scritto. [2] De quella casa de' Benevieni, quella faccia mo' la praticha come li pare: io ho poco tempo da scrivergli, perché questi S.ri se riserrano questa mattina in Conclavi. [3] Nostro S.r Dio ne conceda gratia che tutti accettino el Spirito Santo, e che lui li venga. V. S. non si maraviglia s'io non gli ho scritto le cerimonie che se fanno alle morti de' papi, ch'io in ver‹o› sono stato, e sono occupatissimo; e poi le cerimonie in tali tempi, sono molto dissimili da quelle che se fanno in vita, né è poveretto a chi non si faccia più honore che ad un PP. La morte fa ogni cosa equale.
Io non posso scrivere più longo: sto sano Dio gratia, et a V. S. mi raco.do.
In Roma, alli XXVIJ de X.bre MDXXJ.
Di V. S.
Ob. Figliolo
B. Castiglione ||

A la molto Mag.ca Mad.a mia Matre hon. Mad.na ‹Aluysa› Gonzaga da ‹Castiglio›ne


Missiva autografa. Bergamo (BG), Civica Biblioteca Angelo Mai, Sezione Manoscritti, 67 R 5.