850. Castiglione, Baldassarre a Calandra, Giovan Giacomo

Roma (RM), 27 dicembre 1521

Mag.co etc. [1] Scrivove poco perché altro non ho se non quanto scrivo a Mad.a Ill.ma. È vero ch'io son desperato perché lo Ill.mo S.r nostro per sue de XVIJ me scrive non haver mie lettere et io gli ne ho mandate una infinità. Scrivetime spesso di gratia.
[2] Queste mando in mano ad Ant.o Bugatto con ordine che le mandi a Mantua per un homo a piede; e credo che serà ben continuare questa via ciò è indirizzarle in mano al Gover.re di Bologna, il qual subito le mandi al Bugatto, scrivere sempre dui parole al Bugatto che le mandi in qua e io farò il medesimo di quelle che manderò in là.
Altro non mi occore dire se non etc.
In Roma, alli XXVIJ de X.bre MDXXJ. ||

A M. Gio. Iac.o Calandra


Copialettere, non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Castiglioni, Serie II, busta 23, ms. G, c. 19.