823. Castiglione, Baldassarre a Calandra, Giovan Giacomo

Roma (RM), 11 dicembre 1521

Mag.co etc. [1] Alla vostra lettera de V del presente vorrei poter rispondere di modo che vi levasse tutte le confusioni de la mente, ma non vedo la via. Vero è che forsi Dio indrizarà le cose a bon camino, e meglior che non pare che possi ess‹ere›, dopo una tanta ruina: pregate Dio, voi altri ancora, che habbiamo un pp. che sia bono per tutti.
[2] Mons.re nostro R.mo viene molto lentamente, il che a me dispiace assai, perché le pratiche più importanti si fanno prima che se entri in conclavi. Non mancherò dal canto mio di far quello che me serà possibile in beneficio universale. Dio sia lui quello che guidi questa ellectione.
Altro non dirò, se non che a voi sempre mi rac.do, non restando però di racordarvi ancor in questa, quello che ne le altre mie vi ho scritto.
In Roma, alli XJ de X.bre. ||

A M. Gio. Iac.o Calandra


Missiva autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Castiglioni, Serie II, busta 23, ms. F, c. 74.