786. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 28 novembre 1521

Molto Mag.ca Mad. mia matre honor. [1] Alla breve lettera di V. S. de XXIJ farò io ancor brieve risposta, perché l'ha pur mie lettere da rispondermi. Altro per hora non dirò, se non che io sono (Dio gratia) sano. [2] Perché le calce che mi fa m.ro Paulo mi stanno benissimo, vorrei che V. S. me ne facesse fare un paro secondo il consueto, ciò è negre con la fodra tanè, e farli racordare che fossero poco sghivite. E quando V. S. haverà commodità, me le mandi. [3] Vorrei ancor che V. S. o per via del Co. Simone da Canossa, o per altra vedesse d'havere un par de livreri, belli e boni, che potessero esser condutti in q.a da Daniello, quando el venirà ancor per li cavalli.
Altro non dirò se non che a V. S. sempre mi raco.do, et a tutti li nostri.
In Roma, alli XXVIIJ de IX.bre MDXXJ.
Di V. S.
Ob. Fi.
B. Castiglione ||

A la molto Mag.ca Mad.a mia matre hon. Mad.na Aluysa ‹Gonzaga› da Castiglione


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 386.