782. Castiglione, Baldassarre a Gadio, Stazio

Roma (RM), 27 novembre 1521

Mag.co etc. [1] Io non ho che scrivervi se non che aspetto vostre lettere per levarmi de mille ambiguità, nelle quali non solamente io, ma tutta Roma è posta. Questo è dove sieno francesi, e se si sono salvati, o no. Io ho scritto mie lettere de XVIJ de 19 de 23 e 26; desidero molto di sapere la riceuta di esse.
Et altro per hora non mi occore che dirvi, se non che me vi rac.do sempre.
In Roma, alli XXVIJ de IX.bre. ||

Mando a m. Franc.o da Gonzaga nella lettera qui alligata a luj una de m. Gio. Matt.o, nella quale se commette al vice Governatore de Modena, per parte de Nostro S.re che restituisca le sue facultati al Conte Gioh. da Bregantino. Questo vi scrivo acciò che se per sorte m. Franc.o fusse absente voi apriate la lettera e ne facciate quello officio che è l'utile di quel gentilhomo.
Di novo a voi me rac.do.

||

A M. Statio


Copialettere, non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Castiglioni, Serie II, busta 23, ms. E, cc. 56-61.