743. Castiglione, Baldassarre a Este Gonzaga, Isabella

Roma (RM), 9 novembre 1521

Ill.ma et Ex.ma S.ra e patrona mia. [1] Alla lettera di V. Ex.tia de dui del presente, non mi occorre dire altro, se non che io ho fatto intendere a Mons.re R.mo di Como, quanto V. Ex.tia mi comanda. Sua S.ria molto ringratia quella, de li boni trattamenti, e de le carezze fatte al Conte Io. Fermo suo nipote, e se li tiene tanto obligato, quanto dire se possa, e desidera che li venga occasione de poter mostrare l'animo suo a V. Ex.tia et allo Ill.mo S.r Marchese.
[2] De le cose dal canto de qua, poco ho io da scrivere a V. Ex.tia che non creda che la lo sappia. Ogni cosa pare che dipenda dal campo, e di là se aspetta il successo de cị che habbia da esser.
Et altro non mi occorre scrivere, se non che a quella basando le mani, in bona gratia humilmente me raco.do.
In Roma, alli IX de Novembre MDXXI.
De V. S. Ill.ma
Humil Servitore
Bald. Castiglione ||

Alla Ill.ma et Ex.ma S.ra e Patrona mia la S.ra Marchesana ‹di Mantua›


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, c. 336.