724. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 29 ottobre 1521

Molto Mag.ca Mad.na mia matre honor. [1] Alla lettera de XXIIIJ de V. S. respondendo dico ch'io anchor ho scritto una mia a.llei de XXVIJ che non era responsiva, e replico che per ancor non ho hauto el mio borriccho né saglio, né altr‹a› cosa di quelle che V. S. scrive mandarme; ma le aspettarò pur tanto che viranno una volta.
[2] Quelli ducati che dovea haver m. Gio. Iacomo Calandra, erano a punto novanta dui giulj e mezzo, com'io scrivo a lui. Lo confesso del priore de quelli sei, mi piacerà bene che V. S. me lo mandi per mostrarlo a quel S.r Petro Caiettano. [3] E come per un'altra mia ho scritto, questi sono denari per ‹cer›te camise, le quali s'el prior le facesse dare a V. S., quella havendo occasione le potrebbe mandare. Di quello de m. Gio. Iacomo V. S. lo pò tenere presso di sé.
[4] M. Thomaso nostro mi ha scritto una lettera pertinente ad una difficultà sop.a il corso delle monete nostre da Mantua. Io li respondo, e così farò: che non voglio che lui patisca cosa alcuna. Desidero pur sapere che queste nostre misurationi siano fatte, e per amor de Dio se questo Burgano non vole lui, facciansi misurare per un altro, tanto che siamo chiari ciò che ne hanno da dare costoro ogni anno.
[5] Desidero ancor sapere, se quella via si fece mai a Casatico drieto al brolo, e medesimamente s'el si è mai parlato de quella casa drieto a noi dei Benevieni. Quando V. S. haverà tempo la me ne farà un poco intendere.
De Galleotto nostro, non me lo scordo già, come più volte ho scritto a V. S. alla quale mi raco.do, insieme con tutti li nostri.
In Roma, alli XXIX de VIIJ.bre MDXXI.
Di V. S.
Ob. Fi.
B. Casti. ||

A la molto mag.a Mad.a mia Matre hon., Mad.na Aluysa Gonzaga da Castiglione


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 376.