673. Castiglione, Baldassarre a Este Gonzaga, Isabella

Roma (RM), 9 settembre 1521

Ill.ma et Ex.ma S.ra e patrona mia. [1] A la lettera di V. Ex.tia di XXX del passato la quale è venuta molto tardi, procurarò di satisfare quanto più presto mi serà possibile, metendoli quella diligentia ch'io sapperò magiore. [2] Et perché Nostro S.re è occupatis.mo de li pensieri de la guerra, bisognàrame governar‹me› secondo la occasione, e secondo ch'io vederò che questa pratica se astringa per li altri. Del tutto darò aviso a V. Ex.tia secondo ch'io operarò.
[3] Circa questo non mi occorre altro che dire se non ch'io ho ringratiato m. Pietro Ardinghelli, et offertoli da parte de V. Ex.tia: esso se tiene obligatis.mo di far questo et ogni altra cosa possibile a lui che sia servitio di quella, et del Ill.mo S.r Marchese, e di tutta la casa sua, e basa le mani di V. Ex.tia.
Altro non dirò se non che io medesimamente basando le mani di quella humilmente in bona gratia me li racomando.
In Roma, alli VIIIJ de Setembre MDXXI.
De V. S. Ill.ma
Humil Servitor
Bald. Castiglione ||

Alla Ill.ma et Ex.ma S.ra e patrona mia la S.ra Marchesana di Mantua


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, c. 269.